Pro e contro dei prestiti cambializzati più convenienti

Indice dei contenuti

Quando non si è ricchi sfondati, o comunque benestanti, capita che ci si chieda in maniera insistente: come posso avere una certa liquidità subito, in modo immediato? A questo servono i prestiti, i finanziamenti e gli ancora più diffusi mutui. Per chi non ha una liquidità fin da subito, ma che ne ha un forte bisogno, queste soluzioni vengono sempre in aiuto.

Non tutte queste strade, però, sono uguali, e soprattutto non è detto che si riescano a percorrere in un qualsiasi momento. Ci sono clienti che non riescono ad accedervi, e i motivi possono essere svariati: dal fatto di essere cattivi debitori al non poter offrire garanzie adeguate al prestito. Insomma, ce ne sono di tutti i tipi. Ma se questa è la situazione, come fare?

Esiste una particolare categoria di prestiti chiamata prestiti cambializzati, che al contrario delle strade più battute, sono decisamente più flessibili e vengono in aiuto a coloro che non possono richiedere prestiti normali. In questa guida ne parleremo in maniera approfondita, cercando di battere soprattutto sui loro pro e sui contro.

Prestiti cambializzati: di che parliamo?

Il nome può spaventare, perché si potrebbe pensare sia l’ennesima cosa di cui non ci si capisce nulla. In realtà già dal nome si possono intuire parecchie caratteristiche: ovviamente il fatto che si tratti di un prestito, ma è il secondo termine che deve attirare la nostra attenzione maggiormente. Sì, perché insieme a “cambializzato”, soprattutto ai lettori più adulti, non può non risuonare la parola “cambiale”.

I più giovani non credo ne conoscano le caratteristiche, perciò proviamo a ripercorrerle insieme. Principalmente la cambiale è un modo per dare la possibilità a chi emette il prestito, e quindi una precisa somma in denaro, di non permettere al cliente di non coprire il debito. Detto in altri termini, la cambiale serve a far sì che chi ha richiesto il prestito e non restituisce i soldi venga subito messo con le spalle al muro. E quindi partono i pignoramenti. Si tratta di una garanzia vera e propria.

Può spaventare, è vero, ma proprio perché molto drastica, questa soluzione permette a tante persone di accedere ai prestiti, persone che in maniera alternativa non potrebbero. E quali sono queste persone? Vediamolo insieme.

Utenti a cui sono rivolti

Per come li abbiamo descritti, potrebbe quasi sembrare che questi prestiti siano solo per una ristretta fetta di clientela. In realtà non è così, dato che in molti non riescono spesso ad accedere ai prestiti più comuni, diciamo (proprio perché, come accennavamo, i motivi possono essere davvero moltissimi).

Abbiamo parlatori dei cattivi pagatori, cioè di quei debitori che hanno in passato avuto problemi nella restituzione del prestito. Ecco, in generale, loro appartengono a una categoria che può pensare a un prestito cambializzato, dato che non può scegliere altre soluzioni. I cattivi pagatori sono ovviamente visti male dagli istituti.

Ma oltre a loro, dovete sapere che le categorie sono tantissime e tutte diverse. Solitamente combaciano con quelle dei prestiti normali, quindi dai più giovani agli anziani, ma c’è un’aggiunta importantissima: coloro che, per un motivo o per l’altro, sono rimasti senza lavoro. Le persone che hanno problemi di stabilità in generale, di solito possono richiedere un prestito cambializzato.

Prestiti cambializzati: i pro

Veniamo alla parte più decisiva: i pro e i contro. Iniziando dai punti a favore di questi prestiti, c’è subito da dire che sono rinomatamente molto comodi. Questo significa, ad esempio, che se volete un prestito che vi garantisca una certa libertà soprattutto nei piani di restituzione, i prestiti cambializzati sono perfetti. Sono l’ideale perché basterà continuare a fare affidamento proprio sulle cambiali, che diventeranno così la vostra ancora di salvezza.

L’altro enorme vantaggio è ovviamente relativo all’utenza a cui sono destinati: immaginate di essere una persona malvista dalle banche e che nessuno vi voglia concedere nemmeno un euro. Ecco, con i prestiti cambializzati tutto questo verrà superato. È una vera e propria manna dal cielo.

Prestiti cambializzati: i contro

Se i prestiti fossero una medaglia, dovete sapere che c’è sempre un rovescio della stessa. In altre parole, non esistono solo i punti di forza, ma anche degli importanti punti deboli. Bisogna ammettere che i prestiti cambializzati hanno tanti pro quanti contro, e questo è un fatto che bisogna accettare.

Il primo punto a sfavore è sicuramente relativo al fatto che questi prestiti, una volta che non pagate, vi possono davvero togliere moltissimo. Il bacino di garanzie che dovete avere è incredibilmente ampio e spesso vanno anche aggiunte altre cose. Penso ad esempio a diverse assicurazioni che siete obbligati a firmare, o addirittura mettere sul piatto la vostra casa o la macchina. Insomma, sono molto severi.

Per arrivare al secondo punto debole, dobbiamo passare per i vantaggi: pensate che tutta questa comodità sia senza prezzo? Non è così. Qui ci colleghiamo direttamente al punto precedente. Dovete ricordare che, se non rispettate i pagamenti, inizieranno da subito i pignoramenti, perciò fate attenzione.