Prestiti convenienti con taeg più basso: migliori offerte e cosa c’è da sapere

Indice dei contenuti

I prestiti possono essere richiesti a banche e finanziarie per ottenere somme di denaro di importo variabile in base alla loro destinazione e per ogni tipo di esigenza.

Quando si ricorre a un prestito

Non tutti sanno che i tassi di interesse che vengono applicati ai finanziamenti possono variare a seconda della loro destinazione.

Si ricorre ai prestiti per le esigenze più svariate, per rinnovare l’arredo di casa o per ristrutturarla, piuttosto che per acquistare un’auto nuova o usata o per consolidare debiti divenuti col tempo troppo pesanti.

A seconda della finalità per cui sono richiesti si parla di micro prestiti, erogabili nel giro di pochi giorni o, addirittura, di poche ore che assicurano modiche cifre per le piccole spese di tutti i giorni o di prestiti più impegnativi di importi equiparabili ai mutui per l’acquisto di immobili o la loro ristrutturazione.

Un conto, quindi, è chiedere un prestito per liquidità, un altro per acquistare un’auto, cambiano i parametri di riferimento su cui basarsi per il calcolo degli interessi applicati alla rata, quantificabili attraverso le percentuali degli indicatori dei tassi noti come Tan e Taeg.

Tan e Taeg, cosa sono?

Quando parliamo di tassi di interesse, inevitabilmente incappiamo in due sigle: Tan e Taeg.

Il Tan è il tasso annuo nominale, mentre il Taeg è il tasso annuo effettivo globale che, in quanto comprensivo di oneri e spese accessori, è il valore che più di altri va preso a riferimento per il calcolo rata.

Nel pacchetto delle spese supplementari, che esulano dal capitolo tassi, rientrano ad esempio quelle di incasso rata o le spese sostenute per l’istruttoria che, sommati, danno il costo totale del finanziamento, riassunto – appunto – dal Taeg.

Dove trovare i prestiti con il Taeg più basso?

Ogni giorno è possibile trovare prestiti con Taeg più conveniente, in base alle oscillazioni quotidiane del mercato finanziario, che variano di giorno in giorno.

Le fluttuazioni finanziarie impongono un monitoraggio attento e costante se si vuole scovare il prestito con Taeg più basso.

La ricerca più fruttuosa è quella online, dove navigano a vista le offerte più appetibili in questo senso per chi cerca prestiti più generosi in fatto di interessi.

Daremo, di seguito, qualche dritta in più per facilitare la ricerca che, come dicevamo, dev’essere intensa e mirata.

Come individuare i prestiti online con Taeg più conveniente

Abbiamo visto che per verificare la convenienza di un prestito il parametro più indicativo da prendere in considerazione è il Taeg.

Per una ‘caccia’ ai prestiti più convenienti online l’arma più efficace è affidarsi ai comparatori.

Si tratta di portali specializzati nel proporre una gamma di prestiti giornalieri messi a confronto proprio in base alle percentuali di Tan e Taeg.

Dalla comparazione delle migliori offerte, che in alcuni portali sono classificate anche in base alla finalità del prestito, è possibile effettuare una prima scrematura delle proposte più convenienti, in modo da stringere il cerchio e individuare il prestito migliore per le proprie tasche e i propri bisogni.

I migliori prestiti online suddivisi per finalità

Come dicevamo, i valori di Tan e, soprattutto, Taeg variano in base agli scopi per cui viene richiesto il prestito.

Alcuni portali di comparazione, come PrestitiOnline.it, che raggruppa quasi la metà delle offerte di mercato provenienti da banche e finanziarie, classificano i migliori prestiti con Taeg più basso per finalità, dando una mano al cliente nella ricerca di un finanziamento personalizzato.

Andiamo, ora, a scandagliare meglio cosa offre il mercato per fasce di prestiti divisi a seconda della destinazione.

Vediamo subito, dagli specchietti evincibili dalle fonti online di riferimento, fra cui Assofin, che il Taeg più alto (intorno al 7,30 per cento) attiene a finanziamenti di circa 5000 euro per auto usate, piccole ristrutturazioni immobiliari, mobili e consolidamento debiti, oltre ai prestiti per liquidità che, notoriamente, registrano tassi di interesse superiori per fare da ‘ombrello’ alla copertura bancaria in caso di insolvenza dei richiedenti meno affidabili dal punto di vista creditizio.

Il Taeg scende per prestiti di 10 mila euro sempre per le medesime finalità a percentuali che si attestano a cavallo fra il 5,9 e il 6,1% per prestiti fino a 20 mila euro.

Come selezionare i prestiti più vantaggiosi

A questo punto è chiaro che il Taeg è un parametro indicativo dei tassi di interesse globali applicati ai finanziamenti che varia non soltanto in base ai mutamenti di mercato, ma anche a seconda degli obiettivi dei prestiti finalizzati.

Per scoprire quali sono i prestiti più vantaggiosi, bisogna quindi selezionare, innanzitutto, la destinazione del prestito.

Una premessa generale riguarda i prestiti online, che offrono in linea di massima un Taeg più basso dei finanziamenti tradizionali, grazie alla politica finanziaria delle compagnie online soggette a minori costi gestionali.

A parte questa considerazione generale, bisogna andare a vedere, nel dettaglio, gli obiettivi del prestito per capire il livello del Taeg che, come detto, è il miglior ‘faro’ nella rotta per individuare i prestiti con interessi più bassi.

Partiamo, dunque, da una classificazione settoriale più approfondita dei prestiti per finalità, così da poter raffrontare quelli con il Taeg più competitivo.

Se vi serve un’auto di seconda mano, potete richiedere un prestito finalizzato dell’ammontare approssimativo di 10 mila euro, diluiti in un piano di rimborso lungo 90 mesi, alle finanziarie più note e accreditate (Agos e Findomestic fra le tante, per citare le più popolari) che applicano per questo genere di acquisti un Taeg inferiore al 6,5%.

Se non è l’auto la vostra priorità, ma mettere mano a qualche lavoretto e intervento di miglioria in casa potete rivolgervi, sempre per lo stesso importo di 10 mila euro restituibile in un arco temporale analogo a compagnie operanti con profitto online, quali Younited o Santander che vi tratteranno in guanti bianchi con finanziamenti per ristrutturazione a Taeg sotto il 6%.

Idem se, anziché ristrutturare casa, avete bisogno di arredarla, alle stesse condizioni di prestito sempre con le suddette finanziarie, mentre se vi serve un prestito per liquidità dovrete essere disposti a sborsare un po’ di più, nell’ordine di un Taeg che si aggira su valori percentuali superiori al 7 per cento (Agos docet).

Se avete individuato il prestito che fa per voi, non avete che accedere al portale della compagnia finanziaria che lo propone e inoltrare domanda online, con garanzia di risposta in tempi strettissimi.

A chi chiedere finanziamenti con Taeg più competitivo

Per finire, vi proponiamo una rapida carrellata delle banche e finanziarie che, al momento, sono in grado di offrire le migliori offerte di prestiti a Taeg più basso.

Se volete trovare il Taeg più basso del mercato, potete optare per un prestito con cessione del quinto sul salario o la pensione.

Meglio ancora se siete lavoratori dipendenti nel pubblico impiego, in quanto avete dalla vostra un pacchetto di agevolazioni che vi consentono di accendere prestiti con cessione del quinto con importi anche a quattro zeri, a tassi veramente competitivi.

Le offerte migliori, a riguardo, arrivano da soggetti accreditati nell’ambito del microcredito come Figenpa e Banca Nuova Terra, i cui finanziamenti vantano Taeg abbordabili sotto il 4 per cento.

A queste condizioni, un pensionato Inps, percettore di un assegno previdenziale di 1800 euro, che ottiene un prestito di circa 30 mila euro, da rimborsare in un decennio, si troverà a pagare una comoda rata mensile di 300 euro tondi tondi, roba da prendere al volo senza indugi, sempre che si necessiti di un finanziamento ovviamente.

Non solo Taeg: i vantaggi della cessione del quinto

Per i lavoratori pubblici o privati con contratto a tempo indeterminato e per i pensionati la scelta della cessione del quinto non è solo rispondente al vantaggio di pagare meno interessi sulla rata generata da questo tipo di prestito.

I vantaggi di questa forma di finanziamento sono anche altri, in primo luogo la comodità nella gestione del rimborso che passa, in automatico, dal conto del titolare del prestito, senza doversi ricordare scadenze o perdere tempo in fila alle poste per pagare il classico bollettino.

Ecco perché il prestito con cessione del quinto è una delle soluzioni più pratiche per chi ha bisogno di liquidità, trattandosi di uno strumento finanziario attuabile sotto forma di trattenuta sul salario o la pensione.

Oltretutto, il fatto di poter contare su interessi più bassi, in materia di Taeg, soprattutto se la cessione è richiesta online, fa di questo prodotto finanziari uno dei più diffusi, anche per la semplicità della pratica istruttoria evadibile comodamente da remoto.

In conclusione, è tutt’altro trascurabile il fatto che possono accedere a questa forma di credito anche i cattivi pagatori, purché titolari di contratto di lavoro stabile o di pensione.